Privacy Policy
Home » Le Danze Indiane » DANZA INDIANA KATHAK

DANZA INDIANA KATHAK

DANZA INDIANA KATHAK - Maharani Art & dances of India

Il Kathak fa parte delle danze classiche indiane assieme a Odissi, Bharatanatyam, Kuchipudi, Kathakali e altre. Si tratta di una danza che proviene dall’India del Nord e che si sta diffondendo sempre più anche in Europa.
Movimenti aggraziati delle braccia e ritmo scandito da piedi e cavigliere caratterizzano l’esecuzione di questa danza, in cui fondamentale è anche il lavoro di espressione di chi la esegue, sia nell’interpretare storie divine o epiche, sia nell’introdurle attraverso combinazioni ritmiche sempre più veloci, o ancora nel rappresentare le vicende di due innamorati.
Il Kathak nasce nell’India del Nord per poi approdare probabilmente attraverso i gitani in Europa, come progenitore del flamenco, che ne conserva alcune caratteristiche.
Gli abiti delle ballerine fluttuano, quasi ipnotici per i giri ritmici eseguiti, mentre le mani si muovono con grazia, quasi a contrastare la forza nei piedi. La danzatrice si muove tracciando delle diagonali ed esprimendo i suoi sentimenti attraverso una forte mimica facciale e degli occhi. Chiunque si trovi in India e abbia l’opportunità di assistere a una performance di Kathak, non potrà che rimanerne ipnotizzato.
 

 
Per approfondire – Appartenente alla classificazione delle danze classiche indiane contenuta nel trattato “Natya Shastra“, il Kathak ha le sue origini nell’India del Nord.
Questa danza nasce infatti dai cantastorie delle culture nomadi di questa area noti come kathakar, che erano soliti raccontare storie dei poemi epici indiani come il “Mahabharata”: infatti, in sanscrito la parola katthaka significa “raccontare una storia”.
Come le altre danze classiche indiane di cui si hanno notizie nel “Natya Shastra”, il Kathak racconta inizialmente anche le vicende delle divinità indiane e ha quindi uno sfondo religioso tipicamente induista. Tuttavia, con la dominazione Moghul, acquisisce elementi della cultura islamica e della vicina Persia e diventa, col tempo, una danza non più caratteristica dei templi ma delle corti, tramutandosi così in una vera e propria forma di intrattenimento laica.
A tutt’oggi il Kathak è una fusione di elementi provenienti dall’epica e dal credo induista con momenti squisitamente “profani” provenienti da questa seconda fase ambientata a corte, come le storie d’amore e di corteggiamento. Questa duplicità si manifesta particolarmente nelle coreografie che hanno per protagonisti Krishna e Radha.
Il Kathak ha avuto tre importanti scuole o gharana, che potremmo anche definire stili. Queste tre scuole prendono il nome dalle città di Jaipur, Varanasi e Lucknow e sono quindi conosciute come Jaipur Gharana, Banaras Gharana e Lucknow Gharana. Ognuno di questi stili ha delle caratteristiche predominanti, il Jaipure il Lucknow Gharana per esempio privilegiano la mimica facciale e i movimenti aggraziati, mentre il Banaras Gharana dà maggiore importanza ai movimenti energici e ritmici dei piedi e all’uso dello spazio.
La danza Kathak è considerata un’antesignana del flamenco, a cui la accomunano il movimento ritmico dei piedi e la delicatezza delle braccia e delle mani. I gitani provenienti dall’India l’avrebbero portata in Spagna dalla Persia, influenzando così la nascita del ballo spagnolo. La stessa struttura ritmica del flamenco ricorda in parte i bol (sillabe ritmiche) del Kathak.
Come per tutte le danze classiche indiane, anche per il Kathak la base è costituita da momenti di “pura danza” (o nritta) alternati ad altri più espressivi (nritya) in cui fondamentale è l’abhinaya, la capacità di interpretazione del danzatore, che deve essere in grado di trasmettere emozioni usando gli occhi, la mimica facciale, i movimenti delle mani, proprio come un attore. La danza viene accompagnata dal suono della tabla, del sitar e dal canto o recitazione di sillabe ritmiche o canzoni.
La nostra scuola è associata con la scuola di Kathak di Calcutta di Anurekha Ghosh. Maya Devi è diventata allieva di Anurekha in modo continuo e costante nel 2017.

Maya Devi è allivea di Anurekha Ghosh dal 2017.

 


Fonte testo : https://indiainout.com/la-danza-kathak-dell-india-del-nord/